lunedì 21 ottobre 2013

IL GRAN SOGNO DI DIO, IL LIBRO DI ALEX ZANOTELLI




ANCHE IN E-BOOK!
IN TUTTE LE LIBRERIE O SU: DISSENSI.IT

“Non aspettiamoci miracoli da Dio, il silenzio di Dio significa che dobbiamo essere noi artefici del cambiamento” scrive Alex Zanotelli in questo intenso e prezioso libro che è un forte invito a liberare la nostra vita dalle catene di un modello economico che ci sta conducendo all’autodistruzione. 
Ci attende una grande sfida, la costruzione di un nuovo paradigma che consenta a tutti di vivere meglio rispettando la nostra Madre Terra, la Pacha Mama. In questo momento particolarmente delicato ancor di più ognuno di noi è chiamato in causa impegnandosi per far vincere la vita sulla morte e realizzare il Gran Sogno di un mondo dove regni la pace e la giustizia distributiva. 


domenica 8 settembre 2013

venerdì 6 settembre 2013

Globalizziamo la Pace, Alex Zanotelli

 Segnalo questo appello appena ricevuto da Padre Alex Zanotelli. Fatelo girare...



SIRIA GLOBALIZZIAMO LA PACE!
“NO alla guerra!”, ha gridato Papa Francesco per bloccare l’attacco militare alla Siria e ha indetto per il 7 settembre una giornata di preghiera e di digiuno, per scongiurare il flagello di un’altra guerra che potrebbe diventare mondiale .
Il nostro è un NO secco alla guerra in Siria. Dovremmo aver capito dalle guerre in Iraq, Afghanistan, Libia e Mali che questi interventi armati, che hanno costato la vita a milioni di civili innocenti, donne e bambini,non hanno risolto nulla. Basta con la GUERRA! “L’intervento americano in Siria nasce nell’illusione di una ‘guerra lampo’- ha scritto il massimo poeta arabo,il siriano Adonis. Rischia invece di sfuggire di mano, di aizzare il conflitto e di ripetere il peccato mortale in cui sono scivolati sia l’opposizione armata , sia il regime siriano. La guerra è un’attrazione demoniaca.” Per questo ascoltiamo il grido accorato di Papa Francesco :”Con tutta la mia forza, chiedo alle parti in conflitto di ascoltare la voce della propria coscienza, di non chiudersi nei propri interessi, ma di guardare all’altro come a un fratello e di intraprendere con coraggio e con decisione la via dell’incontro e del negoziato, superando la cieca contrapposizione.” Ed esorta la comunità internazionale “a fare ogni sforzo per promuovere, senza ulteriore indugio, iniziative chiare per la pace in Siria, basate sul dialogo e sul negoziato, per il bene dell’intera popolazione siriana.”
Anche noi oggi ci uniamo a Papa Francesco e a tutti gli uomini/donne di buona volontà per dire NO a un attacco militare contro la Siria che mieterebbe altre vittime innocenti oltre i centomila morti e i sei milioni di rifugiati siriani. “Troppi interessi di parte –ha scritto il Papa a Putin- hanno impedito finora l’inutile massacro!”
Il presidente degli USA, B.Obama ha già deciso l’attacco. Aspetta solo il consenso del Congresso. (Non così Hollande che è già pronto). Purtroppo il Presidente statunitense è prigioniero del “Complesso Militar-Industriale americano”(così lo definiva Eisenhower), che investe oltre 700 miliardi di dollari all’anno in Difesa. Queste armi servono a difendere lo stile di vita del 20% del mondo che consuma l’80% delle risorse del Pianeta. La guerra è insita in questo nostro Sistema di morte.
Ma noi non ci rassegniamo, siamo anche noi prigionieri di quell’antico Sogno del profeta Isaia”Una nazione non alzerà più la spada contro un’altra, non impareranno più l’arte della guerra.”
Per questo, credenti e non credenti, ma amanti della pace, accogliamo l’invito di Papa Francesco a digiunare,possibilmente insieme, davanti alle chiese o nelle piazze. E i credenti di tutte le religioni si ritrovino nelle chiese, nei luoghi di culto, nelle sinagoghe e nelle moschee, a pregare l’unico Dio, che è il Dio della vita e non della morte.
Ma non basta per noi italiani, pregare e digiunare se non ci impegniamo a costruire la pace nella quotidianità con un impegno serio a:
-accettare la nonviolenza attiva e viverla nelle nostre relazioni familiari, sociali, culturali, religiose;
-premere perché il governo italiano non accetti di partecipare alla guerra in Siria e non permetta l’uso delle nostre basi militari per questo attacco;
-rifiutare che il governo italiano spenda 26 miliardi di euro in Difesa come ha fatto lo scorso anno(3 milioni di euro ogni ora!);
-annullare l’acquisto dei 90 F35, che ci costeranno 15 miliardi di euro;
-rifiutare che Sigonella (Sicilia) diventi la capitale mondiale dei droni e Niscemi(Sicilia) diventi il più importante centro mondiale delle comunicazioni militari.
Solo così questa giornata di preghiera e di digiuno, indetta da Papa Francesco, potrà essere efficace e far ripartire con forza in questo paese, un movimento unitario per la pace( non è concepibile che le varie realtà che operano in Italia per la pace non riescono a creare un unico grande movimento!).
La Pace può e deve sbocciare sulla faccia della Terra.


Alex Zanotelli

Napoli, 6 settembre 2013

mercoledì 28 agosto 2013

69 anni dopo: "SANT'ANNA DI STAZZEMA, LO HANNO FATTO ANCHE A TE"


CIRCA 200 PERONE ALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ENIO MANCINI "SANT'ANNA DI STAZZEMA, LO HANNO FATTO ANCHE A TE". DISSENSI. UNA SERATA DI GRANDE PARTECIPAZIONE E RICORDO PER COLORO CHE FURONO STRAPPATI ALLA VITA DALL'ODIO NAZIFASCISTA.
VEDI IL VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=R-YV0V13MWY


lunedì 20 maggio 2013

Dissensi "99%": Incontro con Vandana Shiva e Gianluca Ferrara




Grande successo alla presentazione del libro "99%, per uscire dalle crisi generate dal sistema neoliberista riprendiamoci il futuro partendo dal basso" di Gianluca Ferrara, più di 100 persone hanno partecipato al dibattito in cui è intervenuta Vandana Shiva che ha curato l'introduzione al libro.